confezioni218
Il Cilento: salame di fichi

Il mare è vicino, ma Ogliatro è un paese d’entroterra. E dalla campagna che lo circonda arrivano frutta e fichi prelibati. L’Azienda Agricola Santomiele li lavora seguendo ricette tradizionali con qualche tocco di  creatività. Il fico migliore è il biancodottato, zuccherino. Pelati e brevemente essiccati, i fichi vengono farciti con noci e finocchietto e poi arrotolati in foglie di alloro fino a formare una specie di salame, detto capicollo di Prignano, dal nome della località dove fu inventato. Ma i fichi cilentani si presentano in altre versioni: in cannette con fichi farciti, profumati all’anice, infilzati su stecchi e passati al forno.

Da gustare anche la sfoglia di cioccolato fondente con fichi bianchi, la melassa, di fichi con alloro e agrumi da abbinare a carni bollite, i limonfichi, bon bon di fichi tritati ammorbiditi nel limoncello e ricoperti di cioccolato, gli sciuscià, dolcetti di castagna, fichi, rhum e fondente, e i semplici fichi secchi prelibati. ALtra specialità Santomiele sono gli struffoli del Cilento: praline di pasta frolla con pezzetti di fichi, ricoperte di miele e modellate ad anello.


Bell'Italia – 04/2004

« indietro