azienda_05
Dolci come un fico

I fichi Santomiele. Quelli che lo sguardo incontra sugli alberi di questa fetta della provincia di Salerno accanto agli olivi piantati, secondo una tecnica agricola locale, alternati agli alberi di fico. O esposti, ieri come oggi nelle case di campagna a seccare sui graticci di legno. Nudi e interi, o con buccia tagliata a metà, vanno riguardati quotidianamente. L’Azienda Santomiele di Ogliastro Cilento dedica tutta la propria attività a questi frutti avendone recuperato le piantagioni antiche e coltivandoli con metodi naturali.

Qui, si producono, senza uso di conservanti, da quelli mondi, cioè senza buccia e confezionati uno ad uno, alle confetture di soli fichi o con altri frutti, agli struffoli. Esclusivi, però sono i capicolli: emozionanti rotoli di fichi pelati o con la buccia farciti con cioccolato, noci e finocchietto, o nel tipo chiamato arabico, con mandorle e cannella.


La Repubblica – 11/06/2005

« indietro